Stampa questa pagina

Valdieri, l’Orso di Segale incendia il carnevale

Domenica 22 febbraio torna la festa tradizionale tra passeggiate, laboratori, mostre, canti popolari e bancarelle

  • Mauro Pianta
  • febbraio 2015
Mercoledì, 18 Febbraio 2015
L'orso di segale di Valdieri foto G.Bernardi L'orso di segale di Valdieri foto G.Bernardi

Anche quest'anno l'Orso di Segale torna a impazzare per le vie di Valdieri e ad accendere il Carnevale con i suoi scherzi. Torna, l'Orso di paglia. Torna a spaventare bambini, a fuggire da chi vuole domarlo, a "importunare" le signore. Va da sé: non è un orso vero e proprio, ma una maschera figlia di una tradizione molto antica. Poi, un suo simulacro, brucerà. E la ragione, secondo il linguaggio dei simboli, si riaffermerà sulla folle irrazionalità del Carnevale.

Una tradizione rinata nel 2007, dopo un periodo di interruzione durato quarant'anni. A rilanciare il Carnevale di Valdieri e il suo protagonista, ci hanno pensato nel 2007 l'Ecomuseo della Segale, con il sostegno del Parco naturale Alpi Marittime e del Comune.

L'edizione 2015 del Carnevale alpino di Valdieri in programma domenica 22 febbraio non sarà solamente un momento di festa, bensì un'occasione per restituire alla comunità locale le conoscenze acquisite negli ultimi anni di ricerca e per presentare al pubblico il patrimonio storico e culturale della Valle Gesso.

Le animazioni e gli eventi cominciano al mattino in compagnia delle guide naturalistiche dell'associazione Walden con due attività gratuite: la passeggiata "Quattro passi nel paese dell'orso" (ritrovo ore 10, in piazza del Municipio) e il laboratorio "Costruiamo insieme il ciciu dell'Orso di Segale" (sessioni di circa un'ora dalle 10 alle 17 presso il Museo della Resistenza).

Per tutta la giornata si potranno visitare due mostre quella allestita presso la sede del Parco "Il Carnevale alpino di Acceglio" e "Ai piedi delle montagne: la necropoli protostorica di Valdieri", nei locali del Museo della Resistenza, a cura della Soprintendenza dei Beni archeologici del Piemonte. A pranzo si rinnova la consuetudine della distribuzione degli gnocchi da parte della Proloco sotto i portici del Municipio. Una distribuzione che un tempo veniva somministrata gratuitamente ai valdieresi che si presentavano muniti di vaso da notte... pratica fortunatamente caduta in disgrazia!

Nel pomeriggio l'atmosfera si scalda con i canti popolari a cura della corale Ciantur 'd Vudier e la musica occitana con i Jouvarmoni in attesa dell'irruzione in piazza dell'orso di segale inseguito dal domatore. Questa edizione della manifestazione si arricchirà della presenza di un altro orso mitologico quello di Urbiano in Valle Susa. Seguirà la sfilata nel centro storico di Valdieri con i due orsi e le altre figure tradizionali del carnevale locale: la Quaresima, i Perulier e i Frà che declameranno le "epistule": frasi scherzose e ironiche su personaggi famosi e abitanti delle frazioni vicine. Per i bambini spettacolare ricerca dell'ago nel pagliaio con la distribuzione di premi ai partecipanti. Faranno da cornice a tutti gli eventi della giornata le bancarelle di mercato di prodotti alimentari e artigianali.

Potrebbe interessarti anche...

Sei in un parco naturale del Piemonte? Hai davanti a te un panorama mozzafiato? Hai appena visto ...
I risultati di tre anni di ricerca e studio delle farfalle notturne nelle Aree protette del Po pi ...
Sapete cos'è la terapia dell'avventura? Significa superare la paura che ci accompagna quando dec ...
Godere della biodiversità naturale che, nel silenzio dell'abbandono dei siti estrattivi, è col ...