Stampa questa pagina

Alla Burcina, primo laboratorio didattico sul verde sostenibile

Il Parco naturale della Burcina punta alla valorizzazione territoriale attraverso l'educazione ambientale

  • Redazione
  • Dicembre 2017
Lunedì, 11 Dicembre 2017
Alla Burcina, primo laboratorio didattico sul verde sostenibile

Sono stati ospitati lo scorso lunedì, 4 dicembre, le due classi dell''Istituto Gae Aulenti con i rispettivi professori - Gianpaolo Falletti, Marco Godone, Carla Minazio e Michelangelo Regis -  accolte dal consigliere del Parco Burcina, Alessandro Ramella Pralungo e dal guardiaparco Giuseppe De Santo per la prima giornata di un laboratorio didattico all'aperto di cura del verde sostenibile.

Alla base del progetto la convenzione pluriennale siglata e sottoscritta dall'Ente di gestione delle aree protette del Ticino e del lago Maggiore e dall'Istituto Superiore Scolastico Gae Aulenti di Biella finalizzata all'organizzazione di laboratori didattici nelle aree protette biellesi e al progetto "Burcina's Green Minds", curato dall'architetto del parco, Monica Perroni e finanziati dalla Fondazione della Cassa Risparmio di Biella.

Il progetto "Burcina's Green Minds", in linea con la mission istituzionale dell'Ente e con i principi cardine della filosofia "Unesco", ha come scopo la valorizzazione di un gioiello paesaggistico, botanico, culturale e storico quale il parco Burcina" Felice Piacenza". La finalità è ben chiara la Burcina vuole diventare un'aula didattica verde di 57 ettari aperta a tutte le scuole, alle università e ai ricercatori con lo scopo di creare e formare menti verdi oltreché meta di turismo di qualità. Una prima tappa del progetto è stata inaugurata il 19 Ottobre scorso con l'allestimento presso Cascina Emilia di un'aula didattica multimediale.

Con la giornata del 4 dicembre è stato dato avvio alla parte più operativa del progetto per la quale gli studenti delle scuole e in particolare della agraria possono impratichirsi e formarsi nell'ottica di una cura a salvaguardia di specie particolari.
La Burcina presentando vari ambienti naturali, piante monumentali e collezioni particolari (ad esempio la faggeta, la Valle dei rododendri, il pometo, le aree prative contornate da boschi, il viale dei liriodendri, l'area mediterranea) è ideale per apprendere a livello pratico la difesa eco-compatibile per piante ornamentali e forestali, la cura sostenibile del verde pubblico, l'attivazione di monitoraggi e la sperimentazione di nuove buone pratiche

Così il Presidente dell'Ente di gestione delle aree protette del Ticino e del Lago Maggiore, soggetto gestore del Parco Burcina, Adriano Fontaneto spiega: "La collaborazione con la scuola agraria, così come l'inaugurazione dell'aula didattica unito all' iter della candidatura Unesco sono tutte azioni finalizzate a rendere il Parco Burcina un polo didattico e culturale oltre a un rafforzamento della componente naturalistico e della biodiversità. Tutto questo per sensibilizzare i cittadini e gli utenti alla partecipazione per la difesa, la conservazione e la valorizzazione del Parco Burcina"

Al presidente, fa eco il consigliere dell'Ente delegato al Parco Burcina Alessandro Ramella Pralungo, che ha accolto gli studenti nella giornata del 4 Dicembre, racconta che "osservando i ragazzi dell'agraria che salivano verso Cascina Emilia, ho pensato che se il parco Burcina avesse un'anima, e sono sicuro che l'abbia, oggi sarebbe stata un'anima felice. Ed ho anche pensato che quei ragazzi potrebbero diventare parte di quell'anima: un'anima che racchiude storie, sacrifici, bellezza e valore di tutto il nostro territorio, ed insieme a loro, in un prendersi cura vicendevole, il Parco avrebbe costruito il suo futuro". 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche...

I risultati di tre anni di ricerca e studio delle farfalle notturne nelle Aree protette del Po pi ...
Sapete cos'è la terapia dell'avventura? Significa superare la paura che ci accompagna quando dec ...
Godere della biodiversità naturale che, nel silenzio dell'abbandono dei siti estrattivi, è col ...
Il giro degli alpeggi di Rima è solo uno dei percorsi che si possono intraprendere nelle vallate ...