Stampa questa pagina

I parchi vogliono bene alla Terra Madre

I parchi del Piemonte protagonisti al Salone del Gusto Terra Madre 2016. Con il laboratorio del gusto 'Ci vuole un seme!' e la presentazione della guida 'Parchi da gustare - Le Ricette', l'importanza di tutelare la biodiversità ha raggiunto grandi e piccini

  • Emanuela Celona
  • Settembre 2016
Lunedì, 26 Settembre 2016
I parchi vogliono bene alla Terra Madre

Gran successo di pubblico e di critica per il laboratorio del gusto 'Ci vuole un seme!' organizzato dal Parco naturale del Marguareis lo scorso 25 settembre, nel contesto dei laboratori didattici ospitati al Borgo Medievale di Torino, in occasione del Salone del Gusto e Terra Madre.

L'educatrice ambientale Erika Chiecchio e la ricercatrice Valentina Carasso hanno raccontato il lavoro di conservazione del Centro per la Biodiversità Vegetale dell'Ente Aree Protette Alpi Marittime e hanno coinvolto i partecipanti in piccoli educational, illustrando i semi conservati nel "caveau" della Banca del Germoplasma del Piemonte, attiva dal 2003, che studia la qualità e la variabilità dei semi delle piante rare o minacciate di estinzione e che - a oggi – conserva 600 lotti di semi, in rappresentanza di 250 specie diverse.
Le due educatrici hanno coinvolto adulti e bambini nelle attività di dispersione dei semi, poi di raccolta, osservazione, de-idratazione... fino a condividere con i partecipanti la creazione di una personale piccola banca del seme da conservare rigorosamente in freezer e d'isponibile' all'occorrenza. Di non minore importanza, i vetrini in cui sono stati riposti piccoli semi su un letto assorbente abbondantemente bagnato, per facilitare la loro germogliazione e lasciare così, a ogni piccolo partecipante, un piccolo orticello da portare a casa da far crescere con cura.

Il giorno prima, sabato 24 settembre, è stata invece presentata agli organi di stampa la guida 2016 di Piemonte Parchi intitolata 'Parchi da gustare – Le Ricette' stampata in tiratura limitata per l'occasione e comunque scaricabile - gratuitamente - da tutti gli interessati online.
La guida 'Parchi da gustare – Le Ricette' arriva dopo l'avvio del progetto omonimo e il primo volume 'Parchi da gustare – I prodotti (edizione 2015) che, insieme, intendono far scoprire le aree naturali protette piemontesi attraverso un percorso di visita alternativo, quello del gusto, per lasciare nel visitatore il ricordo di un'esperienza sensoriale 'diversa' e memorabile. Perché se «voler bene alla Terra, significa sapere cosa mettiamo nel piatto», per dirla con le parole di Josè Bovè – ambientalista e attivista ospite al Salone del Gusto 2016 – allora i parchi non possono prescindere dal dedicare un'attenzione particolare alla agrobiodiversità, oltre che alla biodiversità naturale.

Al termine del laboratorio del gusto 'Ci vuole un seme!' e della conferenza stampa è stato offerto ai partecipanti un sacchetto con il 'Pic nic del Parco', una degustazione dei prodotti dei Parchi reali co-prodotto da Cascina Oslera (del Parco naturale La Mandria) e Associazione Stupinigi è... (del Parco naturale di Stupinigi) che verrà riproposto (in vendita) domenica 9 ottobre, a Stupinigi, nel contesto della Fiera agroalimentare omonima che vuole essere un nuovo appuntamento 'sperimentale' di degustazione dei prodotti dei parchi, dopo 'Il Menu del Parco', organizzato lo sorso 24 maggio in occasione della Giornata europea dei parchi.

 

Potrebbe interessarti anche...

Grazie a una esemplare collaborazione fra privato e pubblico, un'area fluviale di 90 ettari è to ...
Dallo scorso settembre i dipendenti dei Parchi Reali sono dotati di biciclette elettriche per i l ...
La vittoria dell'Oscar dell'Ecoturismo 2021 è la ciliegina sulla torta per le Aree protette dell ...
Avventura, relax e lavoro: per gli adolescenti un parco può rappresentare tutto questo. Tuttavia ...