Stampa questa pagina

Parchi da gustare - Il Menu del Parco

"A Taste of Nature", ovvero "Un assaggio di natura", è il tema della Giornata europea dei parchi che si festeggia il 24 maggio anche nei parchi piemontesi che propongono l'assaggio del "Menu del parco".

Mercoledì, 24 Agosto 2016
Parchi da gustare - Il Menu del Parco

 

"A Taste of Nature" ovvero "Un assaggio di natura" è il tema della Giornata europea dei parchi - edizione 2016 che si festeggia in tutte le aree naturali d'Europa il 24 maggio per ricordare il giorno in cui, nell'anno 1909, venne istituito in Svezia il primo parco europeo.
Il tema di quest'anno intende raccontare la Natura come assaggio di prodotti locali, ma anche di esperienze di fruizione attraverso le attività molteplici organizzate nei parchi. Tutti insieme possiamo moltiplicare il messaggio e – con una sola voce - aumentare l'importanza delle aree protette europee.
L'iniziativa, promossa da Europarc Federation e da Federparchi in Italia, si dilata su più giorni di fine maggio anche in Piemonte, con "Il Menu" del parco - ovvero un menu per l'occasione propoto dai ristoratori che collaborano con le Aree proettte -  e un ricco programma di altri incontri, escursioni, mostre e attività a carattere ambientale.

QUI TROVI DISPONIBILE :

- l'elenco dei ristoratori piemontesi che hanno aderito al "Menu del parco" (pdf scaricabile)

- il calendario degli appuntamenti gastronomici del "Menu del parco" (da consultare selezionando l'Area protetta in alto sulla sinistra)

- il calendario completo delle iniziative dei parchi piemontesi organizzate per la Giornata europea

 


"IL MENU DEL PARCO", UN'OPPORTUNITA' PER I RISTORATORI PIEMONTESI NELLA SETTIMANA EUROPEA DEI PARCHI


Nell'ambito della Giornata Europea dei Parchi, i ristoratori e gli agriturismi locali - in collaborazione con le aree protette piemontesi - nella settimana dal 21 al 29 maggio potranno aderire all'iniziativa "Il Menu del parco" proponendo ai propri avventori un menù con prodotti del territorio, segnalati nella guida Parchi da gustare.
La pubblicazione "Parchi da gustare" è scaricabile gratuitamente  e suggerisce i prodotti a chilometro zero che potranno rientrare nel menu quali, ad esempio, gli asparagi di Valmacca, l'aglio di Molino dei Torti, il salame d'oca, le ciliegie di Rivarone, etc...
I ristoranti aderenti troveranno spazio sulle pagine web di Piemonte Parchi  e degli Enti parco di riferimento, nonché sulle newsletter, i Social e nella conferenza stampa di lancio dell'iniziativa "Il Menu del Parco".


PARCHI DA GUSTARE, IL PROGETTO


Il progetto "Parchi da gustare", promosso dalla Regione Piemonte – Settore Biodiversità e Aree Naturali - intende divulgare e far conoscere la biodiversità dei prodotti alimentari locali piemontesi che possono forgiarsi di essere coltivati e/o allevati in un'area naturale protetta.  Perchè ssaporare un formaggio come il Saras del fen, magari sorseggiando un buon Barbera accompagnato da una vecchia cultivar di pere è soltanto uno dei tanti abbinamenti culinari che possono nascere dopo aver visitato un'area naturale protetta ed essere andati alla ricerca dei prodotti locali offerti dal territorio in cui si colloca.
Per questo Piemonte Parchi ha censito i prodotti tipici dei parchi piemontesi, i produttori e i ristoratori e ha incominciato a raccoglierli in una pubblicazione Parchi da gustare, il numero speciale edizione 2015, stampato in tiratura limitata e scaricabile gratuitamente in formato pdf e in formato e-pub.
Nella convinzione che la qualità di un territorio si rifletta anche nella qualità dei suoi prodotti e che preservare significhi tutelare un patrimonio di produzioni rispettose della tradizione e dell'ambiente, il volume "Parchi da gustare" è solo la prima tappa di un progetto più ampio (scarica qui la presentazione) che prevede: la realizzazione di un data base con la raccolta di prodotti, produttori e ristoratori delle Aree naturali del Piemonte, la realizzazione di una App per usufruire del censimento anche in mobile, la stesura di un disciplinare per i produttori e ristoratori che vorranno dotarsi di un marchio di certificazione di qualità ambientale che la Regione Piemonte assegnerà a coloro che vorranno  distinguersi per l'adozione di sistemi produttivi sostenibili e rispettosi dell'ambiente.
Il progetto Parchi da gustare prevede anche una raccolta delle ricette proposte dai parchi del Piemonte che saranno contenute nel prossimo numero speciale di Piemonte Parchi (edizione 2016), in edizione cartacea a tiratura limitata ma scaricabile online.
Oggi, la rubrica 'La prova del Gusto'  ne dà una prima anticipazione con le ricette che proponiamo qui di seguito.
E tu? Hai assaggiato qualche prelibatezza soggiornando in un parco del Piemonte?
Usa #parchidagustare per twittare o per lanciare un post sui social media. 


LE RICETTE PROPOSTE DAL PARCHI DEL PIEMONTE

Gnocchi di patate e fonduta di toma Alpi Cozie con maggiorana

Paste di meliga del Monregalese (Parco naturale del Marguareis)

Torta di riso (Parco del Po vercellese alessandrino)

La Gli straccetti di castagne di Paesana (Parco del Po cuneese)

La torta di pane salata (Parco del Po vercellese alessandrino)

Peperoni in salsa di acciughe (Riserva naturale di Rocchetta Tanaro)

Le cipolle ripiene alla vernantina (Parco Alpi Marittime)

Flan di tupinabò alla tuma di Martiniana Po (Parco del Po Cuneese)

Trancetti di storione al mandarino (Riserva naturale Crava Morozzo)

La calhetta (Parco Gran Bosco di Salbetrand)

Il Caritun (Parco del Po torinese)

Potrebbe interessarti anche...

Grazie a una esemplare collaborazione fra privato e pubblico, un'area fluviale di 90 ettari è to ...
Dallo scorso settembre i dipendenti dei Parchi Reali sono dotati di biciclette elettriche per i l ...
La vittoria dell'Oscar dell'Ecoturismo 2021 è la ciliegina sulla torta per le Aree protette dell ...
Avventura, relax e lavoro: per gli adolescenti un parco può rappresentare tutto questo. Tuttavia ...