Stampa questa pagina

Per Paolo Conte e il vescovo Ravinale l'ex Chiesa del Gesù di Asti è il luogo del cuore

Firme prestigiose dopo l'appello del Parco Paleontologico per la campagna del FAI

Ad Asti anche l'avvocato-cantautore Paolo Conte e il vescovo Francesco Ravinale sostengono la candidatura dell'ex Chiesa del Gesù come luogo del cuore nell'ambito della campagna nazionale del FAI.

Le firme del Maestro e del Monsignore compaiono accanto a quelle di altri rappresentanti, istituzionali e non, della comunità astigiana. "Tra quelle registrate on line, sul sito del FAI, e quelle raccolte direttamente sul territorio con i moduli cartacei, abbiamo ormai superato le mille adesioni - sottolinea con soddisfazione Gianfranco Miroglio, presidente del Parco Paleontologico Astigiano, ente promotore della candidatura dell'ex Chiesa del Gesù - Siamo, però, solo all'inizio: la votazione pubblica terminerà a novembre. Ci prepariamo, dopo le vacanze estive, al grosso del lavoro con la raccolta delle firme nelle scuole e durante gli eventi del Settembre Astigiano. A tutti quelli che hanno già votato, e a quelli che lo faranno, un affettuoso ringraziamento: questo nostro piccolo gioiello, destinato a diventare la sala espositiva più significativa del Museo Paleontologico e a ospitare il Centro Studi sui cetacei fossili piemontesi, è ormai entrato nel cuore di molte persone".

A favore dello spazio, impreziosito da affreschi barocchi e interno al Palazzo del Michelerio, hanno anzitutto votato i sindaci dei territori che, nel tempo, hanno regalato i grandi reperti fossili di tre milioni di anni esposti nel Museo Paleontologico: Maurizio Rasero (Asti, balena Tersilla di San Marzanotto e delfino di Belangero), Emma Adorno, Marisa Varvello, Valter Pierini (balene di Vigliano, Chiusano e Portacomaro), Paola Borgio (delfino di Settime).

L'ex Chiesa del Gesù è luogo del cuore anche per il giornalista Massimo Cotto, Maurizio Pallante, presidente dell'Associazione Movimento per la Decrescita Felice, Francesco Scalfari, direttore Polo Universitario Rita Levi Montalcini, il fotografo Sergio Ardissone, la cui mostra "Testimoni. Un mondo che scompare" ha portato, nei mesi scorsi, oltre tremila persone a scoprire gli evocativi interni del Michelerio, Giovanni Spandonaro e Roberta Bellesini, rispettivamente presidente del Comitato Palio Torretta e della Biblioteca Astense "Giorgio Faletti", don Vittorio Croce, direttore della Gazzetta d'Asti. Non poteva mancare Piergiorgio Pascolati, progettista, fin dal 2003, del recupero non ancora terminato degli spazi di uno dei luoghi più suggestivi della città.

Non hanno fatto mancare la loro adesione anche i primi cittadini delle aree protette gestite dall'Ente Parco, Elsa Aliberti (Rocchetta Tanaro), Andrea Laiolo (Vinchio), Cristiano Fornaro (Vaglio Serra), Matteo Massimelli (Incisa Scapaccino), il parroco di Valleandona Luigi Berzano, piccola frazione alle porte di Asti con affioramenti fossiliferi protetti, Carlo Alberto Goria, presidente del Distretto Paleontologico dell'Astigiano e del Monferrato (74 comuni anche dell'Alessandrino e Torinese).

Dalla Regione, grazie alla sollecitazione della vicepresidente Angela Motta, sono giunte 21 firme, tra cui quelle del presidente Sergio Chiamparino, della Giunta al completo (tra gli assessori: Antonella Parigi, Cultura, Alberto Valmaggia, Ambiente, Giorgio Ferrero con delega all'Agricoltura e astigiano doc), Nino Boeti e Daniele Valle, che presiedono rispettivamente il Consiglio Regionale e la Commissione Cultura.

Numerosi gli assessori (tra i primi Loretta Bologna, Elisa Pietragalla, Renato Berzano) e i consiglieri di Asti che hanno partecipato. E poi tanti cittadini, professionisti e, naturalmente, l'intero Consiglio dell'Ente Parco (oltre a Miroglio, Alessandro Boano, Umberto Gallo Orsi, Michelino Musso, Felice Musto) e il suo personale.

Intanto si è costituito ufficialmente il Comitato per l'ex Chiesa del Gesù, rappresentato da Federico Imbriano, guida escursionistica ambientale del Parco Paleontologico Astigiano.

Per informazioni sulle modalità di votazione lo si può contattare al 340.3506539 o collegarsi al sito www.astipaleontologico.it

I siti più votati della campagna FAI saranno sostenuti con risorse per essere recuperati e restaurati.

 

Potrebbe interessarti anche...

L'autore della trasgressione in una una zona dell'area di Interesse comunitario (SIC) è sta ...
E' al terzo posto della classifica dei Parchi Nazionali più belli d'Italia, stilata da Holi ...
Venerdì 6 dicembre si è tenuta la conferenza di presentazione del progetto "Natura e arche ...
L'Ente di gestione delle Aree protette del Monviso ha indetto un bando di concorso pubblico per t ...