Stampa questa pagina

Al Parco fluviale Gesso e Stura si viaggia "in elettrico"

È elettrico il nuovo mezzo che per i prossimi due anni sarà a servizio dello staff del Parco fluviale Gesso e Stura

Non solo per supportare la logistica e le attività, ma anche per lanciare un chiaro messaggio di sensibilizzazione sui cambiamenti climatici con particolare riferimento al problema delle emissioni dovute ai trasporti. Lo scorso martedì 24 luglio, presso la Casa del Fiume, i responsabili della concessionaria CuneoTre, affidataria del servizio di noleggio, hanno consegnato nelle mani dell'assessore Davide Dalmasso le chiavi del furgone Peugeot Partner full electric "Premium L1". Oltre all'assessore Dalmasso, per il Parco fluviale Gesso e Stura erano presenti il presidente Manuel Guerra, sindaco di Roccasparvera, e il direttore Luca Gautero. Per CuneoTre è intervenuto l'amministratore Pierandrea Rinaudo, accompagnato dal socio fondatore Colombino Basso e dal capo area di Peugeot Automobili Italia Riccardo Salmaso.

L'iniziativa si colloca nell'ambito del progetto "CClimatt – Cambiamenti climatici nel Territorio Transfrontaliero", cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) nell'ambito del programma Interreg Alcotra 2014 – 2020, che il Parco conduce in qualità di capofila, in partenariato con la Regione Piemonte, l'Ente di gestione Aree protette delle Alpi Marittime, l'Unione di Comuni "Colline di Langa e del Barolo" in Italia, i parchi nazionali del Mercantour e degli Ecrins in Francia.

Potrebbe interessarti anche...

Venerdì scorso, 12 luglio, si è concluso al rifugio La Galaberna di Ostana il secondo campo di ...

Oltre 200 scienziati hanno firmato una lettera aperta 

Percorsi di reportage in Valle Gesso.

Una passeggiata nella fantasia riservata a pochi: solo chi rispetta la natura e crede negli gnomi ...