Stampa questa pagina

Il chiodo d'oro di Bagolino (Italia settentrionale, Provincia di Brescia).

Schirolli, Paolo e Brack, Peter "Il chiodo d'oro di Bagolino (Italia settentrionale, Provincia di Brescia). Concetti stratigrafici e inquadramento geologico del sito italiano di riferimento globale (GSSP, Global boundary Stratotype Section and Point) per la base del piano Ladinico". - Brescia : Museo civico di scienze naturali di Brescia, 2011. - 70 p. : ill. ; 30 cm.

  • Schirolli, Paolo e Brack, Peter
  • Settembre 2012
Lunedì, 17 Settembre 2012
Il chiodo d'oro di Bagolino (Italia settentrionale, Provincia di Brescia).

Nella moderna scala internazionale del tempo geologico ogni limite tra i diversi intervalli temporali deve essere definito con un singolo punto di riferimento mondiale. Tale punto viene denominato "GSSP" oppure brevemente "golden spike" (chiodo d'oro), che simbolicamente indica il punto esatto del limite sull'affioramento. Il "chiodo d'oro" viene scelto in base a criteri scientifici da una commissione internazionale che valuta tutte le proposte formulate.

Nel 2005 il sito di Romanterra, presso Bagolino in Provincia di Brescia, è stato scelto come punto di riferimento globale per la base del piano Ladinico, ovvero per il limite tra i piani Anisico e Ladinico, per la rappresentatività dell'affioramento, per i suoi fossili e per la concentrazione e precisione della datazione degli strati. Questo volume spiega e descrive i principali aspetti di questo Geosito.

Settembre 2012

http://erasmo.it/parchipiemonte/

 

Potrebbe interessarti anche...

Un uomo fra gli orsi. Storia di un'avventura sulle Alpi è il titolo dell'ultimo libro d ...
Un'opera rivolta in primis a tutti gli operatori del settore, che consente l'individuazi ...
Un libro in cui, scientificamente, si descrive come anche gli animali considerati 'minori' - come ...
Attraverso i campanacci, oggetti simbolo del mondo agro-pastorale, il libro narra le storie e le ...